CIAMBELLONE AL CIOCCOLATO

In una ciotola versare gli ingredienti come capita, girare, cuocere. Fine.

Ieri mattina con mio figlio 4enne abbiamo preparato il ciambellone al cioccolato proprio così! Come da rituale, lui ha indossato il cappello da chef, è salito sul suo panchetto e mi ha assistito in tutte le fasi di preparazione. Per poi aspettare pazientemente il momento… stai pensando al ciambellone sfornato? Assolutamente no, è l’impasto crudo che lo fa impazzire di gioia!

Con le mani tutte impiastricciate, la gara a chi finisce prima i resti nella ciotola la vince sempre lui. Lui che sa di buono e profuma di cioccolato e cannella.

ciambellone-al-cioccolato

CIAMBELLONE AL CIOCCOLATO

SHOPPING LIST
4 uova, 1 bicchiere di zucchero, 2 bicchieri di farina, ¾ di bicchiere latte, 125 g di burro, 1 bustina di lievito in polvere, 200 g di cioccolato fondente, 1 cucchiaio di cacao amaro.
La capienza del bicchiere è di 200 ml circa. Utilizza una tortiera di 25 cm di diametro con buco in mezzo.

COME LO PREPARO

  • prepara la teglia, imburrandola e infarinandola;
  • unisci le uova con lo zucchero e sbatti il composto con una frusta fino a quando diventerà spumoso;
  • aggiungi gradualmente la farina;
  • in un pentolino fondi la cioccolata fondente e il burro; una volta intiepiditi aggiungili al composto insieme al cacao;
  • sciogli il lievito in polvere nella tazza di latte a aggiungi al composto, mescolando bene;
  • dovrai ottenere una consistenza cremosa; se il composto dovesse risultare troppo liquido, aggiungi un po’ di farina;
  • trasferisci il composto nella teglia;
  • cuoci in forno già riscaldato a 180° per 40 minuti circa;
  • verso la fine della cottura usa uno stuzzicadenti per controllare la consistenza del dolce e regolare i tempi di cottura.

and Other Stories:

  • puoi sostituire il burro con mezzo bicchiere di olio extra vergine di oliva;
  • sperimenta liberamente le infinite varianti di questo dolce! A me piace sostituire il cioccolato con:
    1. scorza di arancia grattugiata e cannella in polvere;
    2. scorza di limone grattugiata e vanillina;
    3. 2 banane frullate e 1 vasetto di yogurt alla banana;
  • per ottenere un ciambellone bicolore dividi il composto in due parti, aggiungi il cioccolato sulla prima parte e trasferisci separatamente gli impasti nella teglia. Divertiti creando la composizione bicolore che più ti piace!
  • questa preparazione è perfetta per le torte di compleanno dei bambini. Utilizza una tortiera senza il buco, puoi ricoprire e farcire la torta con glassa al cioccolato e crema di nocciola e decorarla a tuo piacimento.

Il ciambellone al cioccolato ha accompagnato l’infanzia, e non solo, di tutti noi. Cosa ricordi? Qual è la tua versione di questo dolce? Mi piacerebbe saperlo.

Ciao e buon inizio settimana, ora vado a fare colazione.

ciambellone-al-cioccolato

ciambellone-al-cioccolato

17 Comments

  • Sembra una bellissima ricetta, in particolar modo perché usi il cioccolato e non solo il cacao.
    Lo preparerò in settimana, sono una ciambellone maniac!

    A big kiss to you and Alessia.

    • Ciao Elisabetta, grazie mille. Questa è una ricetta che mi sta molto a cuore, l’ho imparata dalla mia nonna sedendomi accanto a lei e aiutandola mille e mille volte, proprio come faccio ora con mio figlio! Mi piace usare il cioccolato perché il sapore del ciambellone è più intenso e la consistenza, morbida ma non troppo friabile, è giusta proprio per poterlo inzuppare nel latte! Un bacio e a presto.

  • Leggere questa ricetta fa bene alla gola e al cuore…quando ero bambina anche la mia casa profumava di ciambellone…ma soprattutto dell’ amore di chi lo preparava…proverò anche io che sono una vera pasticciona in fatto di dolci…grazie per tutto l’amore che arriva dalle tue ricette…e quel musetto pieno di cioccolata

  • La mia prima preparazione del ciambellone è stata con mia ziaGilda. Era quello variegato. Poi ho assaggiato quello di mia suocera, altrettanto buono. Ora proverò questo che sarà squisito. E sempre sempre sempre insieme al ciambellone c’è queel’incredibile ingrediente: i ricordi dell’infanzia!

  • Grazie mille di averci svelato questa ricetta…non c’è niente da fare: le nonne non sbagliano mai!!
    I bimbi hanno fatto a gomitate per avere la prima fetta…davvero un successone!!!

    • Ciao Cecilia, che bello fare felici i bimbi! Come hai decorato la torta? Fammi sapere, mi interessa saperlo! Grazie e a presto.

  • Da provare! Quando ero bimba, la torta al cioccolato la portava la zia. Viveva in un’altra città e quando arrivava con la corriera (allora si chiamava così) si andava tutti ad accoglierla a piazza Esedra (anche quella, allora, aveva un altro nome). Una volta a casa, dalla sua valigia usciva ogni ben di Dio: mozzarelle fresche (ma noi le chiamavamo scamorze), salsicce, salamino, tutto speciale dalla nostra terra d’origine, l’Abruzzo. E poi la sua famosa torta di cioccolato, morbida, umida, profumata!
    L’ho rifatta tante volte ma non è mai venuta come la sua: quella aveva il sapore speciale della famiglia!!!
    Oggi preparo una mia rielaborazione del ciambellone allo yogourth (conosciuto da tutti penso), in chiave “cioccolatata”, più…dietetico…..

    • Ciao Patrizia, grazie mille per aver condiviso questo pezzo di vita ed avermi fatto entrare dentro questo ricordo, come fossi parte della famiglia! Sono davvero curiosa di sapere la ricetta della tua rielaborazione del ciambellone. Fammi sapere, se potrai. A presto, Raffaella.

  • Il ciambellone dei 7 vasetti è ormai conosciuto da molti, immagino: 1 di yogurth magro da 125 gr., 2 di zucchero, 3 (ma anche 4) di farina, 1 di olio di semi, 3 uova intere, buccia di limone, 1 bustina di lievito vanigliato e un pizzico di sale. Beh, basta sostitutire un vasetto di farina con uno di polvere di cacao amaro e aggiungere 100 gr. di cioccolato fondente fuso a bagno maria (lo rende più umido e morbido). Ci sta molto bene la buccia di arancia. Si lavora lo yogurth con lo zucchero, poi si uniscono le uova sbattendo bene, gli aromi e il sale.
    Pian piano si aggiunge il cacao e il cioccolato fuso, poi la farina mischiata con il lievito. Infine il vasetto di olio. Si inforna a 180° per 30/40 minuti, o comunque finché, infilzato con il famoso stuzzicadente, questo ne esca asciutto. Buon appetito a tutta la brigata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *