PASTA AL POMODORO E BASILICO RICETTA DELLA NONNA

La pasta al pomodoro e basilico è un classico della nostra cucina ma nella sua semplicità la buona riuscita di questo piatto non è affatto banale!

Se vuoi ottenere un pasta al pomodoro e basilico saporita e profumata, due sono le regole importanti per la preparazione del sugo. Segui i semplici passi di questa ricetta della mia nonna e scegli ingredienti di ottima qualità! Puoi usare un pomodoro fresco maturo durante la stagione estiva, oppure la passata di pomodoro.

Le varietà di pomodoro sono tantissime ma, più il pomodoro è dolce e saporito, più gustoso sarà il sugo. Per questo prediligo un pomodoro fresco tipo Pachino e mi affido al mio banco di fiducia del mercato per avere la certezza che sia appena colto dalla pianta.

Se utilizzi la passata di pomodoro, ti consiglio di sceglierne una di ottima qualità che conservi sapore e proprietà dei pomodori freschi. In questa ricetta ho usato la passata che più mi rassicura sulla qualità del prodotto. È fatta con pomodorini coltivati nel Sud Italia, raccolti a mano, trasformati subito dopo la raccolta e conservati a “bagnomaria”.

Ed infine, basilico! È questo l’ingrediente magico che rende il sugo così profumato e squisito per grandi e piccini.

pasta-al-pomodoro-e-basilico

Nella mia cucina non manca mai una pianta di basilico. Anche se non è facile mantenerla, potrà darti delle grandi soddisfazioni! Io la tengo sul davanzale, esposta alla luce, all’aria, riparata dal sole e senza eccedere con la quantità di acqua giornaliera.

Ti scrivo ora questa ricetta della mia nonna. Mi sembra di sentire già il profumo di basilico che si spandeva in ogni angolo della sua casa; con questo sugo rivivo ogni volta quei momenti indimenticabili di felicità. Una domenica in famiglia, grandi e piccini seduti tutti intorno ad un tavolo, non manca nessuno. Il tempo per un attimo si è fermato.

PASTA AL POMODORO E BASILICO

SHOPPING LIST
(per 4 persone) 1 cipolla piccola, 1 costa di sedano, 1 carota, 400 g di passata di pomodoro oppure di pomodorini tipo Pachino, basilico fresco, una spruzzata di vino bianco, olio evo, sale, un pizzico di zucchero, parmigiano reggiano grattugiato, 400 g di pasta.

pasta-al-pomodoro-e-basilico

pasta-al-pomodoro-e-basilico

COME LO PREPARO

  • prepara il soffritto, tagliando a dadini cipolla, sedano e carota;
  • riscalda l’olio evo in una padella antiaderente a fuoco basso;
  • aggiungi le verdure che hai tagliato;
  • fai cuocere il soffritto per 5 minuti, giusto il tempo di far ammorbidire le verdure;
  • aggiungi acqua e/o abbassa il fuoco nel caso in cui le verdure stessero bruciando;
  • fai evaporare una spruzzata di vino bianco;
  • unisci la passata di pomodoro con un pizzico di zucchero;
  • dopo 5 minuti aggiungi 5 foglie di basilico e continua a cuocere il sugo;
  • quando il sugo si sarà addensato e risulterà cremoso (dopo circa un quarto d’ora) è pronto;
  • aggiungi un po’ di acqua nel caso in cui il sugo si stesse restringendo troppo;
  • se il sugo dovesse risultare troppo liquido, continua a cuocere per renderlo cremoso;
  • unisci e mescola alla pasta;
  • aggiungi Parmigiano Reggiano grattugiato in abbondanza.

pasta-al-pomodoro-e-basilico

and Other Stories:

  • tipi di pasta consigliati: spaghetti, tortiglioni oppure fettuccine. Se vuoi fare le fettuccine fatte in casa, guarda la ricetta della pasta all’uovo, è davvero facile da fare!
  • se utilizzi i pomodorini freschi tipo Pachino e li adori come me, come alternativa a questo sugo puoi leggere la ricetta degli spaghetti con ricotta di bufala e pomodorini;
  • puoi aggiungere olive nere a tuo piacimento;
  • a seconda dei tuoi gusti, puoi sostituire la cipolla con l’aglio;
  • cucina sempre questo sugo in quantità abbondante, se avanza potrai usarlo per fare dei supplì semplici oppure come condimento per le polpette;
  • la scarpetta finale è un obbligo!

Prova questo sugo e scrivimi cosa ne pensi!

Torna presto qui, a presto.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *