IL MERCATO ORIENTALE DI GENOVA

mercato orientale di genova

Il mercato orientale di Genova è una tappa obbligatoria per chi vuole trovare i prodotti tipici e scoprire l’anima della città.

Il mercato orientale è il più grande ed antico di Genova. Aperto alla fine dell’Ottocento, si trova all’interno di un chiostro che costeggia Via XX Settembre, la via commerciale principale del centro.

mercato orientale di genova

Nonostante il suo nome suggerisca la presenza di prodotti di origine lontana, si chiama in questo modo per la sua vicinanza alla porta orientale della città. Si trovano qui tantissime varietà di frutta e verdura di stagione, pesce, carne, pane, focaccia, pasta fresca, insaccati, formaggi e tantissimi piatti tipici.

Un luogo vivace e pieno di gente, colori e sapori. Adoro gironzolare tra i banchi del mercato per scoprire la vera anima della città, osservare i volti dei cittadini e dei turisti, ascoltare le chiacchiere dei signori, parlare con i venditori  dei loro prodotti.

mercato orientale di genova

mercato orientale di genova

Tantissime le varietà di pesce tra le quali primeggiavano le acciughe liguri fresche o sotto sale, cucinate secondo tradizione con un ripieno di verdure.

mercato orientale di genova

I banchi in questa stagione pullulano di carciofi; nelle cassette, distesi come fiori su un prato, ammucchiati al centro, un vero spettacolo.

mercato orientale di genova

mercato orientale di genova

Qui si trova anche il pesto fatto in casa e il suo ingrediente base, il basilico di Prà. Con le sue foglie piccoline insieme all’olio della riviera ligure il pesto alla genovese è quasi fatto. Il pesto non è solamente utilizzato per condire la pasta, in particolare le trofie, quel tipo di pasta fresca a forma di bastoncino attorcigliato, ma anche come condimento per insaporire zuppe, minestroni, focacce, torte salate.

mercato orientale di genova

Sui banchi del pane, regna sovrana la focaccia genovese che viene mangiata soprattutto a colazione inzuppata nel caffè o cappuccino! Adoro la sua variante al formaggio, una vera goduria dei sensi.

mercato orientale di genova

Ho scoperto poi il pandolce genovese, un panettone profumatissimo che si mangia tutto l’anno. È fatto di uvetta, pinoli, mandorle, canditi e semi di finocchio. Conoscevo già, invece, i canestrelli, i famosi biscotti di pasta frolla a forma di fiore bucato cosparsi di zucchero a velo.

Per pranzo ho provato il polpettone con fagiolini e patate, torta salata con i carciofi e torta di riso.

Entro il 2018, è prevista l’inaugurazione di una piazza del Gusto al mercato orientale di Genova che aprirà le porte alla gastronomia, alla ristorazione e allo street food. Si troverà sul piano rialzato, con 250 posti a sedere e uno spazio dove nascerà una scuola di formazione culinaria e di panificazione.

Una ragione in più per tornare a visitare la città!

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consiglio di leggere la nostra sezione mondo food , con gli assaggi dei nostri piatti e posti preferiti. Troverai i luoghi della Genova autentica, una miniguida enogastronomica alla scoperta delle chicche della città e il mercato del pesce di Mahon a Minorca.

Grazie per esser passato di qui, spero di risentirti presto.

 

2 Comments

  • Che mercato generoso… Io ci starei giornate intere tra queste bancarelle! Grazie, mi hai incuriosita. Al mercato orientale non ci sono mai entrata, spero di poter provvedere durante la prossima gita ligure!

    • Ne vale la pena, quando visito una città cerco sempre il mercato principale per girovagarci dentro, osservare le abitudini del posto e scoprire i prodotti tipici, potremmo organizzare un tour!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *